24 gennaio 2013

Il senso di Ottaviani per l'Udc e dell'Udc per Ottaviani

C.G Jung interpreta simboli
Il grande psicoanalista svizzero Carl Gustav Jung concluse la sua lunga vicenda di studioso della mente e degli archetipi pubblicando un libro intitolato "L'uomo e si suoi simboli", una sorta di personale summa theologiae. Scendendo tragicamente in basso, ossia al livello della nostra cronaca spicciola, si potrebbe immaginare l'uscita di un nuovo volume: "Il politico e i suoi simboli", una sorta di Bignami sui significati reconditi evocati dall'agire, consapevole e inconsapevole dei politici. Ieri mattina, tanto per dire, l'Udc ha ufficialmente presentato la candidatura di Marco Ottaviani alla Camera dei Deputati. Una candidatura che non aveva bisogno di essere presentata di nuovo, dato che tutti erano al corrente della scelta del leader del Polo 3.0 di partecipare alla competizione politica col partito di Casini. A che serviva quindi l'organizzare una replica? A generare un simbolo capace di evocare significati. Ottaviani, per esempio, non era solo ma in compagnia di Roberto Pellegrini e Luigi Viventi. Il segretario cittadino dell'Udc e l'assessore regionale erano lì per legittimare in senso partitico il candidato, per rimarcare il loro ruolo di carcerieri politici di Ottaviani o per dichiarare la resa della struttura rispetto alla scalata del Dermatologo al partito centrista? Su questo, ovviamente, il dibattito è aperto, proprio perché una delle caratteristiche dei simboli è quella di essere sufficientemente oscuri da rendere necessario un impegno finalizzato alla decodifica. Viventi e Pellegrini, dal quel che si evince dal breve resoconto del Messaggero, hanno pronunciato una frase secca: "Ottaviani è il nostro candidato". Se uno non si mette tartufescamente alla ricerca dei simboli e dei significati la frase sembra una specie di scoperta dell'acqua calda. L'osservatore di buon senso, ma poco avvezzo alla politica, sarebbe infatti portato a commentare che essendo Ottaviani fabrianese ed essendo, nel contempo, candidato nell'Udc non può che essere il candidato sostenuto dall'Udc fabrianese. Il che renderebbe del tutto superflua e ridondante la frase di Pellegrini e Viventi. Ma i due sono uomini politici e quindi parlano sempre col doppio fondo. E allora cosa significa "Ottaviani è il nostro candidato"? Le possibilità sono almeno tre: la prima è che prevalga il possesso, ossia che Ottaviani risponda al partito di cui è diretta emanazione; la seconda potrebbe lasciar intendere che Ottaviani rappresenti l'Udc e che quindi ogni  sua parola incarni il logos del partito, ossia che il partito è lui; la terza è che Ottaviani non è gradito al corpo del partito e che Viventi e Pellegrini siano i garanti di questa forzatura rispetto agli iscritti e alla struttura. A queste ipotesi corrispondono tre possibili scenari politici: se Ottaviani risponde al partito (significato 1 della frase "Ottaviani è il nostro candidato") vuol dire che l'Udc lo utilizzerà come specchietto per le allodole per recuperare voti in uscita. Il che lascia intendere che il partito di Casini si aggira attorno al 5% e rischia, quindi, di subire l'egemonia della Merloni e della lista montiana. Ergo l'Udc ha bisogno di voti per meglio contrattare il futuro del centro politico fabrianese. Se Ottaviani incarna invece l'UDC (significato 2 della frase "Ottaviani è il nostro candidato") vuol dire che la sua strada nel partito è spianata senza congresso e che Viventi lo ha incoronato come proprio successore anche in Regione. Se Pellegrini e Viventi sono invece i garanti della candidatura Ottaviani rispetto a un partito in subbuglio (significato 3 della frase "Ottaviani è il nostro candidato") vuol dire che la candidatura è episodica e che il sistema Udc rigenererà i suoi equilibri senza la presenza destabilizzante del dermatologo. ma potrebbero esserci anche altri significati e altri simboli nascosti, che sono sfuggiti o che non sono stati correttamente considerati. Questo per dire che la politica ha natura poliedrica e che le semplificazioni a volte aiutano ma assai spesso portano fuori strada. Il punto è che viviamo tempi di demagogia, di pressappochismo e di semplificazione brutale delle cose. E per questo fa più presa un "tutti ladri" che il gusto della differenziazione, dell'analisi e del discernimento.
    

38 commenti:

  1. Se penso che ho votato 3.0 perchè Ottaviani parlava di progetto nuovo e lontano dalle solite logiche partitiche e diceva che pd udc dovevano prendersi le responsabilità di ciò che sarebbe accaduto nel futuro. Insomma l'ennesimo BUFFONE della politica che pensa solo ai fatti suoi senza aver nessun rispetto di chi lo ha votato.
    Ora vorrei sapere Solari e soprattutto Mezzopera che si sono adoperati tanto per la sua candidatura cosa pensano.
    Tutti burattini come nel PD oppure qualcuno che assesta un sano gesto dell'ombrello lo troviamo?

    Francesco C.

    RispondiElimina
  2. Francesco ti prego di non utilizzare parole offensive. Anche il dissenso più radicale e feroce può essere espresso in modo da non ferire umanamente nessuno. Credo tu sia d'accordo su questo.

    RispondiElimina
  3. Solari se entra in Italia Futura(movimento di chiaro stampo Liberale) si mette davvero in ridicolo lui che viene da Destra sociale ma si sa quando ci sono delle poltrone da occupare....

    RispondiElimina
  4. Io differenzio:
    Berlusconi nella Plastica
    Bersani nella carta straccia
    Casini/Monti nell'organico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per Grillo basta tirare lo sciaquone!

      Elimina
    2. Ti mancano:

      Ingroia
      Tabacci
      SEL
      E poi son finiti i bidoni

      Elimina
  5. Marco Ottaviani24 gennaio, 2013

    @Francesco C.
    Il Polo 3.0 ha presentato per le amministrative un progetto che usciva dalla logica del bipolarismo e proponeva un azione autonoma riformista. Aderivano al progetto l'API, il FLI, e Noi Centro. L'azione Montiana a livello sovralocale ricalca fedelmente ciò che il Polo 3.0 aveva già prospettato. Alle comunali l'UDC aveva preferito correre come laboratorio Marche unendosi al PD; ora anche l'UDC aderisce al nuovo polo. Star fermi avrebbe significato privarsi del ruolo di protagonisti che comunque abbiamo recitato. Ogni interpretazione è legittima ma non si può disconoscere l'evidenza politica che il progetto del Polo 3.0 esca rafforzato. Se poi il sottoscritto pensasse ai fatti propri non avrebbe dato la disponibilità per una candidatura in posizione senza possibilità alcuna di elezione. FLI non ha candidati fabrianesi ma è comunque rappresentato da Silvetti. Chi ha messo la faccia in prima persona nel nostro progetto potrà ora non disperdere quel risultato e dare un senso alla nostra azione evitando che qualcuno possa mettere il cappello sopra. E se sai leggere tra le righe mi sembra che la finale, se non il gesto dell'ombrello, non sia distante dal dito medio della mano destra alzato.

    RispondiElimina
  6. Caro Giampietro, non mi sembra che Francesco abbia offeso qualcuno. "Nel Medioevo in Italia esistono artisti che vanno nelle Corti e tentano di vivere con i loro spettacoli..." "Fino dal secolo XIV era diffusa la "frottola", la cui caratteristica era una narrazione di tipo umoristico" (tratto da Wikipedia alla voce "Buffone"). Non è forse questa la realtà di certi personaggi politici? Le voci di corridoio mi dicono poi che, in una riunione per le ultime elezioni comunali, il soggetto in questione abbia asserito di non voler appoggiare Urbani perchè troppo vicino a Tini e quindi all'UDC.
    Cari saluti
    Giancarlo

    RispondiElimina
  7. La lingua italiana abbonda di termini, aggettivi, parole, sinonimi e contrari da utilizzare per dare il senso di un concetto o di una considerazione. Quindi l'origine del termine buffone non toglie che sia una parola sgradevole, almeno per il nostro senso comune, quando viene usata nei confronti di un'altra persona.

    RispondiElimina
  8. @giancarlo.
    Mi sembra che i tuoi commenti trovino nei cantastorie medievali ottime radici e che, viste le fonti su cui basi le tue osservazioni, il cappello del giullare non ti sia sconosciuto. Chissà che tu non sappia anche il perché Urbani non abbia appoggiato Ottaviani ed abbia fatto la guerra a lui e non a Sagramola?
    Pino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pino,
      la mia considerazione non voleva assolutamente entrare nel merito della scorsa campagna elettorale per le ultime elezioni comunali, su quelle: ai posteri l'ardua sentenza. Mi piaceva invece sottolineare la "coerenza assoluta" di certi personaggi politici e da lì l'arte della "frottola" di giullaresca memoria. Quindi, caro Pino, io indosserò sicuramente il cappello del giullare (e spesso me ne vanto, perchè contrariamente a certi personaggi lugubri tendo a cazzeggiare e ad affrontare più serenamente certe situazioni), ma tu, indubbiamente, hai qualche problema a focalizzare il succo di certe discussioni. Mi vuoi forse dire che anche tu mangi nel piatto di Monti, Casini e Co.? Quello stesso piatto dove mangia la nostra nuova Presidente della Rai? La stessa che stava alla Banca D'Italia e ha permesso l'emissione di titoli micidiali al Monte dei Paschi di Siena e che ci è costata 3,9 miliardi di Euro?? La stessa, guarda caso, sponsorizzata da Monti per la presidenza Rai? Lo stesso piatto (MPS) dove mangia Caltagirone papà di Azzurra moglie di Casini?? No, dai!! Non darmi questa delusione dimmi che sei fuori da questi giochi!! Che sei una mente libera! Io sarò giullare, ma almeno ho un po' di dignità.
      Ad maiora,
      Giancarlo

      Elimina
    2. Libero è il mio secondo nome! E le mie idee si fondano su dati reali e condivido il commento su MPS ma non certo sulle voci di corridoio tipici di quelli che si battono il petto tutte le mattine a mrssa! Pino

      Elimina
  9. e io .... speriamo che me la cavo .... perchè, vista l'ernia discale e quella inquinale (sto' messo proprio male), non sono capace di ... fare il saltimbanco.
    Maurizio C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non deprezzarti troppo perchè la domenica delle palme con Sagramola e la Malefora è stata una degna interpretazione!

      Elimina
    2. ah ah ah ah ah

      Elimina
    3. Fedele alla linea...si ma quale?

      Elimina
    4. Di saltatori son pieni tutti i partiti (tranne Grillo e forse gli estremisti di destra/sinistra), basta vedere le liste dei partitini tipo Tabacci, Ingroia ecc.

      Elimina
    5. Mi sembra che qualche grillino posato il culo sulls poltrona abbia giá cambiato pollaio! Che ci vuoi fare, se bon salta un grillo, chi altri?

      Elimina
  10. Mi scusi Simonetti, non vuole essere violenza la mia e mi sembra che spesso si legga di molto peggio nei messaggi che trovo quà, ma guardiamo in faccia i fatti e non mistifichiamo nulla di quanto invece risulta essere esplicito e limpido.
    Io ho seguito Ottaviani dall'inizio, ho visto le interviste, e partecipato agli incontri, non mi si vengano a dire stupidaggini, oggi saltare sull'udc è una cosa inaccettabile per me e per molti. Buffone è colui che fa ridere, colui che si maschera una volta in un modo e un'altra in un altro modo, oggi per me Ottaviani è questo e non avrà mai più il mio voto. Ho criticato i partiti ridicoli e colpevoli di una politica locale sbiadita e unta e Ottaviani dimostra solo di essere uno di loro con alle spalle i soliti. In comune non ha prodotto niente da anni a differenza di Mezzopera che nonostante non mi piacesse appieno almeno si dava da fare. Sono deluso.
    Tolgo il disturbo.

    Francesco C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiegato il mistero!

      Elimina
  11. Francesco perchè mai dire che toglie il disturbo? Sono ben contento di avere le sue opinioni. Ho solo invitato all'uso di parole che possano offendere. E diversamente da altre volte in cui mi è capitato di farlo non ho cancellato il suo commento. La delusione è un fatto politico su cui è importante discutere. Quindi nessun disturbo. Anzi esattamente il contrario

    RispondiElimina
  12. ...se Ottaviani risponde al partito (significato 1 della frase "Ottaviani è il nostro candidato") vuol dire che l'Udc lo utilizzerà come specchietto per le allodole per recuperare voti in uscita.

    LA ACCENDO!!!

    RispondiElimina
  13. Qui c'è gente che si diverte a giocare a scacchi mentre in città, nel paese, c'è gente che fatica a mettere insieme il pranzo con la cena. e sono sempre di più....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo con Stefano e poi da solito e orgoglioso siciliano, faccio ricordare a lor signori la frase emblematica del Gattopardo "Tutto cambia per non cambiare niente" e la politica sarà sempre nelle mani dei soliti "professionisti" spregiudicati che trovano humus nella cultura ed etica attuale che non punisce l'incoerenza, anzi la premia. Ai miei tempi ti scordavi di passare dalla DC al PCI o viceversa perché la DC avrebbe rigettato come un corpo estraneo un transfugo dal PCI, così come chi faceva il percorso inverso sarebbe stato respinto dalla DC. Ahimè si stava bene quando si stava peggio!!!!
      La Spada dell'Islam

      Elimina
    2. Due volte DC. La parola PCI non viene? Ma questo è un ....Lapise freudiano!

      Elimina
    3. Mi sono sbagliato e ho detto alla fine DC invece che PCI ma penso che i miei 25 lettori hanno afferrato il concetto ugualmente

      Elimina
    4. Giuseppe democristiano!?!?!?!
      ______________
      G.R.

      Elimina
    5. Sono stato sempre della filosofia di Olaf Palme: il capitalismo è un agnello che va tosato e non ucciso!!! Non ci azzecca niente con la DC!!!!

      Elimina
    6. La prego di accettare le mie scuse!
      In ogni caso era solo una battuta...pe' ride.

      Elimina
  14. questa è la base di partenza per le prossime politiche a Fabriano
    PD 30,2
    sel 6,0
    pdl 21,2
    monti\udc 21,2
    m5s 13,9
    ingroia 6,3

    riuscirà il pd ha rimanere in testa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il dato di Ingroia come lo hai calcolato? Mica tutti i PCDL o PC convergeranno sull'ex magistrato.

      Elimina
    2. manca un 1,2% a chi lo vogliamo dare?

      Elimina
    3. SALI & TABACCI !!!

      Elimina
  15. Ottaviani è una persona seria, a differenza di tanti altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Firmato il papà, la sotella, i figli e la moglie di Ottaviani -:)))))))

      Elimina
    2. Ottaviani E' una persona seria .
      Su questo non ci piove.

      Elimina

Sarà pubblicato tutto ciò che non contiene parolacce, insulti e affermazioni discriminatore nei confronti di persone