7 maggio 2013

Terzoni abiura dai 2.500 e dal pauperismo grillino

Bisogna dare atto all'onorevole Patrizia Terzoni di aver posto, forse per prima tra gli eletti del Movimento 5 Stelle, un problema concreto relativo ai mezzi materiali necessari per conciliare vita personale e mandato parlamentare. Pur con qualche remora, la deputata fabrianese ha messo in evidenza, in una conversazione con alcuni giornalisti, l'impossibilità di operare decentemente con una retribuzione di 2.500 euro. La chiarezza dell'assunto è stata subito edulcorata nel solito fumo di Londra dovuto all'equivoca volontà dei giornalisti, ma sicuramente attraverso questo recupero di realismo politico, a lungo imbalsamato, la Terzoni smantella di brutto uno dei postulati ideologici più insopportabili e granitici del grillismo: quel pauperismo - a metà tra l'apocalittico e il demenziale - che se da un lato ha rappresentato lo strumento per costruire un nuovo mercato politico, dall'altro è franato non appena i grillini hanno dovuto fare i conti con la verità delle proprie tasche e delle proprie vite. Il 12 marzo su questa pagina, tanto per dire, ebbi a definire la pretesa di fare i parlamentari a 2.500 euro un "frottolone pinocchiesco", beccandomi la reprimenda di qualche lettore intento a credere agli asini che volano e alquanto lesto nel risolvere la questione attribuendola alle mie collusioni con un vecchio e corrotto regime. E' quindi un godibile piacere postumo prendere atto di come la nostra onorevole concittadina abbia dovuto fare un salto a Canossa, ammettendo che fare politica seriamente costa e pure parecchio, anche se questa presa di posizione verrà certamente rimescolata in quel calderone di pronunciamenti e voti che sancisce l'incapacità del Movimento di trovare sintesi condivise e il conseguente bisogno di alimentare - al proprio interno - una continua e reiterata dittatura della maggioranza. Quel che, invece, va rimproverato alla Terzoni è di essere stata, prima del grande salto romano, tra le assertrici locali più convinte del pauperismo di massa, di una funzione parlamentare segnata dall'uso penitenziale del cilicio, di una rappresentanza della nazione abbassata al livello remunerativo di una posizione impiegatizia e di una moralità pubblica contrassegnata - nel bene e nel male - dal livello di stipendio lordo e netto insindacabilmente indicato e stabilito da un comico e da un guru. Adesso attendiamo che il voto interno al Cinque Stelle delinei una nuova divisione tra "conventuali" alla Patrizia Terzoni  - più moderati e secolari - e "spirituali" alla Roberta Lombardi, convinti che il digiuno rivendicato sia il modo migliore per interpretare la politica e il pubblico servizio. Nel solco di quelle antiche e inutili dispute che spinsero Voltaire, nel suo Trattato sulla Tolleranza, ad affermare "che le tigri si sbranano per mangiare mentre noi ci siamo sterminati per qualche paragrafo". E' una descrizione fulminante e plastica di quel che accade nel 5 Stelle, dilaniato da interrogativi bizantini su come rendicontare la nota spese smarrita dalla capogruppo alla Camera nella sua borsetta rubata. E mentre procede lo sterminio interno tra puri che reciprocamente si epurano, suggeriamo alla Terzoni - che giustamente abiura quel che sosteneva tutta ortodossa due mesi fa - di trattenere tutto quel che resta della sua diaria e dei suoi rimborsi, senza l'ulteriore demagogia del surplus da destinare a iniziative marchigiane. Si tenga tutto ma faccia bene il parlamentare e difenda le ragioni di questa città. Tutto il resto è comica che non ci riguarda e non ci appassiona.
    

69 commenti:

  1. Il problema è che "questi" ci hanno conquisto i voti per la questione stipendio e non con le idee.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quoto, e continuano

      Elimina
  2. Praticamente la cittadina Terzoni si mette in tasca € 5000 d'indennità + € 3500 di diaria + € 1650 di rimbori per i quali non va richiesta documentazione di spesa + € 2000 per spese di collegio che andranno invece documentate.......dunque al netto di questi ultimi € 2000 lo stipendio che si metterà in saccocia sarà di € 10150 circa

    RispondiElimina
  3. L'onorevole Terzoni oggi ha ragione. Aveva torto marcio prima e grazie al quel torto è stata eletta.

    RispondiElimina
  4. Ma lei signor Simonetti, è sicuro che la Terzoni abbia capito quello che ha scritto? E' sicuro che sappia il significato di "pauperismo di massa", "funzione parlamentare segnata dall'uso penitenziale del cilicio", "rappresentanza della nazione abbassata al livello remunerativo di una posizione impiegatizia" ecc.ecc.ecc.
    In poche parole, le contraddizioni in cui si può cadere con il populismo e la demagogia sono e saranno il leit motiv del M5S di cui abbiamo già molti esempi. Cosi come scritto pochi mesi fa, "alla fine si terranno tutto e inculo alla trasparenza" non sapremo mai quanto incassano, quanto spendono, quanto restituiscono .. .se li restituiscono". Ne più ne meno della casta che volevano combattere. Sono come la Lega della Roma ladrona: protestavano ma poi, al lauto banchetto, si accomodavano e battevano i pugni se non gli si portava il piatto più abbondante.
    Cito solo la protesta dei grillini sul blog di Grillo:

    ”Gente abbiamo un problema molto grosso, i giornali sulla storia degli stipendi e delle indennita’ ci stanno mangiando di brutto, e molta gente che aveva simpatia per il movimento ora ci guarda come lo scarto dei vecchi partiti…occorre informazione e subito…dimostrare con fatti concreti che noi siamo diversi. Io nel mio piccolo vi difendo a spada tratta, pero’ purtroppo i media mi smentiscono col loro borioso tono da ‘Giornalismo’ del peggiore dei tabloid”, scrive Giovanni M. da Empoli.

    ”Si puo’ fare chiarezza sulla notizia di oggi riguardo ai rimborsi non restituiti? Sembra che la meta’ dei nostri non vogliano restituirla…”, scrive marcos.

    ”Lo stipendio dei Senatori e Deputati del M5S ,deve essere quello stabilito prima delle elezioni, altrimenti tutti a casa. Attenzione non potete prenderci per il…! Non dovevate sequestrare i soldi di chi ha rubato? Non avevate tutti i dati nel computer?”, scrive Luciana Rosati.

    ”Qui non abbiamo a che fare con giornalisti pennivendoli ma con Beppe Grillo, il garante di noi elettori a 5 Stelle, che vi ha chiesto di rispettare i patti preelettorali con cui vi siete presentati a noi, sulla restituzione della diaria eccedente le spese rendicontate e destinare que4sto sovrappiu’ meritoriamente a delle Onlus. Perche’ la maggioranza di voi non vuole farlo? non vuole rendicontare e non vuole restituire? Se cominciate a comportarvi come la casta che differenza c’e’ tra voi e Fiorito? Nessuna! Non cominciate a dare i paraculo”, urla Francesco S.

    ”Voglio sperare che la notizia di Repubblica sulla restituzione volontaria dei rimborsi spese dei parlamentari m5s sia una delle sue solite bufale. Se cosi’ non fosse, il movimento intero perderebbe una parte molto importante della sua credibilita’. Attenzione: la politica e’ servizio, non affare o lavoro. Coloro che lo fanno per affare o lavoro, lo vadano a fare nei partiti tradizionali”, conclude Maverick.

    Alla fine, prenderanno pensione, vitalizi, indennità di fine mandato, approfitteranno di sconti, agevolazioni, benefit, omaggi, regali, come tutti gli altri.
    E non lo sapremo mai perchè, la trasparenza è solo una presa per culo degli elettori che hanno creduto nel comico ligure che, una volta scoperta la grande bufala dirà: "Ma io scherzavo, era una battuta, possibile che non capite la satira?" .....
    Chi vivrà vedrà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appunto una grande bufala. il miliardario che dice bisogna fare sacrifici , già abbronzato del sole in barca. Ai deputati e senatori il cilicio a lui e a Casaleggio il potere e i soldi : ma come fa uno che per fare il figo ha ammazzato tre persone dire che Berlusconi deve andare in galera ( e così sarebbe in un paese normale ) un paese che non ha bisogno di miliardari pallonari e vigliacchi

      Elimina
  5. Ammettiamolo ha avuto un gran culo......e per rimanere in argomento ha preso per il culo un po di cittadidini.....quelli senza € 10150 in saccoccia però.......

    RispondiElimina
  6. Sai come rosicano Romagnoli e Arcioni..........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più voti ma meno soldini

      Elimina
  7. Intanto l'altra parlamentare si auto organizza un servizio a Fabriano con Ballaro' che sa tanto di autopromozione vista la totale mancanza di contradditorio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccà...
      Willy ;)

      Elimina
    2. Qua non dite niente eh? Non mi pare una bella cosa... in democrazia e' sempre necessario il confronto e l'ascolto... soprattutto da coloro che dovrebbero rappresentare TUTTA la comunita' e non solo una parte di essa.

      Elimina
    3. ...come il Sindaco???
      mi pare si utilizzi lo stesso sistema; lui fa il sordo e comunica come preferisce, quindi, gli si devono dare risposte allo stesso modo, così, forse, capisce.

      Elimina
    4. Non mi pare che il sindaco abbia organizzato un incontro con ballaro'.... o mi e' sfuggito? E non mipare che il sondaco faccia il sordo... forse non puo' affermare cio' che piacerebbe sentire a qualcuno

      Elimina
    5. non ti pare?...buon per te.
      farsi fare gli articoli sulla stampa locale, come me lo definisci?
      nessuno gli chiede di affermare cose che non vuole...ma di esporsi e confrontarsi, quello, si!
      invece, purtroppo, spesso, si nasconde, prende tempo...e questo non è un comportamento degno di un buon ascoltatore quale è sempre stato (almeno ai miei occhi)

      Elimina
    6. Per la comunicazione il Comume dovrebbe far di piu' ... senno'il rischio sta nel dare spazio a coloro che vogliono solo conquistarsi un proprio tornaconto personale, distorcendo la realta'(vedasi Giano)a favore di cio'che gli fa piu' comodo!!!!

      Elimina
    7. spiegati meglio...
      vuoi forse dire che nel "caso giano" c'è qualcuno che ha un tornaconto????

      Elimina
    8. Il Sindaco se ritiene (visto che è amico di Letta) chiami Ballarò e si faccia intervistare, se ha qualcosa da dire, esattamente come abbiamo fatto noi.

      Elimina
    9. Hanno portato agli onori della cronaca nazionale la gravissima situazione occupazionale del fabrianese? Perché se si riesce a far venire Ballarò a Fabriano con tutto il rispetto per tutte le cause di parte o meno non vedo altro argomento di discussione per chiunque abbia a cuore la città.

      Elimina
  8. il discorso è spinoso e si rischia di scambiare le ragioni coi giudizi con troppa facilità, sia dall'una che dall'altra parte.
    non ho sentito l'intervista, me l'ascolto, poi torno...forse
    ________________
    G.R.

    RispondiElimina
  9. A me piace lo spirito critico ed anche l'osservazione acuta. Ma sinceramente penso che al di là della giusta osservazione che prima si dichiara una cosa e poi ci si accorge che in realtà è ben diversa dalla realtà ci siano cancri ben più dannosi all'Italia. Come il malaffare, le partecipazioni dei nostri amministratori pubblici in conflitto di interessi per collusioni in attività private sostenute dallo Stato, l'arricchimento personale tramite i finanziamenti ai partiti non ultimo il caso dello yacth per il figlio di Bossi. Questi sono reati gravissimi che passano quasi inosservati o meglio oramai assuefatti dalla consuetudine diffusa non abbiamo neanche più il giusto sdegno. Non ci indigniamo abbastanza per le le cose gravi ma ci soffermiamo sulle virgole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le virgole ci hanno preso i voti e adesso un sacco di soldi..........VERGOGNA

      Elimina
    2. Non sono a difesa dei Grillini ma non penso che i voti li abbiano presi solo per lo slogan dei soldi che avrebbero restituito sui compensi. Staremo a vedere cosa combinano. Se riescono a portare un pò di valore aggiunto alle loro azioni o no. Sinceramente riterrei più grave una loro incapacità o inefficacia piuttosto che stare a pensare se arrivano a € 2.500 o 10.000 o 20 che siano.

      Elimina
    3. Infatti i parlamentari grillini dovrebbero tenersi tutto quel che gli spetta e dedicarsi ai problemi del Paese finendola co sta minchiata delle restituzioni

      Elimina
  10. Il problema della retribuzione dei parlamentari lo hanno creato i grillini. E ci hanno preso una barca di voti facendo passare tutti gli altri per ingordi. E' lo stacco tra il prima e il dopo che infastidisce. Che i problemi fossero altri noi non grillini lo abbiamo sempre sostenuto. Erano loro a far credere a chi ci voleva credere che il problema del debito pubblico fossero le retribuzioni dei politici. Adesso scoprono che fare politica costa e la Terzoni è stata brava a dirlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse è il caso che leggi quello che ha da poco scritto la Terzoni su FB...

      sul discorso dei voti presi per la riduzione dello stipendio, posso essere daccordo per una parte, non per tutti gli elettori....penso un 4-5%; per il resto, la sostanza, era oltre; a me, personalmente, sto puntare sul discorso dello stipendio, mi aveva già urtato, ma poi mi sono messo a guardare oltre e lì ho trovato delle motivazioni serie per dar loro fiducia.

      prendere un parlamentare del M5S e fargli fare la figura del caXXo, è un giochetto da ragazzi e c'è chi ne sta facendo una professione; non sono scafati, non hanno malizia a sufficienza per resistere all'orda di chi sciala sui puntini; è vero, da fastidio notare certe contraddizioni da parte di chi si è sempre eretto a paladino del vero e del giusto...più che a sentire le plateali prese per il culo dei politici professionisti, alle quali, ormai, abbiamo fatto un bel callo.

      [mode "serio" off]

      dai che ormai l'avemo capito che non hai votato il M5S ;-)

      _______________
      G.R.

      Elimina
    2. Infatti ho detto che hai fatto bene a farlo notare che prima hanno sostenuto una cosa e poi nella realtà dei fatti si è resa conto la Terzoni che è ben differente la storia.

      Elimina
  11. Giornalista di BALLARO': Cosa ne pensa di Sberna (SC) che ha detto che a parte l'ALLOGGIO e 2500€ netti devolverà TUTTO IL RESTO IN BENEFICIENZA senza ulteriori rimborsi o benefit?

    Terzoni:"Da Brescia fino a qua non penso gli bastino 2500€.Mi sa strano, DIFFICILE che riuscirà a cavarsela.

    TITOLO GIORNALE: "DEPUTATO, DIFFICILE CON 2500€"

    William

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-08/replica-sberna-scelta-civica-122129.shtml?uuid=AbqIA3tH Sberna è uno che ha tirato su 5 figli e un associazione nazionale che aiuta milioni di famiglie.

      Elimina
    2. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-08/replica-sberna-scelta-civica-122129.shtml?uuid=AbqIA3tH Sberna è uno che ha tirato su 5 figli e un associazione nazionale che aiuta milioni di famiglie.

      Elimina
    3. SUCATE 5 STELLE SUCATEEEEEEEEEEE

      Elimina
  12. Su Facebook Patrizia è stata molto più dettagliata di quel che scrivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo così tanta merda intorno che ci preoccupiamo delle loffe.

      Elimina
    2. beh quando si afferma puntando il dito contro gli altri sono proprio le loffe a far cadere....

      Elimina
    3. Io sono sempre sintetico, altrimenti dopo la terza riga non si legge più.

      Il commento "DIfficile fare il deputato con 2500€ (senza rimborsi)" era riferito a SBERNA.

      Per il resto, visto che stanno ancora decidendo, vi invito ad aspettare comunicazioni ufficiali.

      William

      Elimina
    4. APPUNTO, VEDIAMO SE SI TAGLIANO LO STIPENDIO COME PROMESSO.

      Elimina
  13. E tra un po li troviamo tutti ad Arcore......

    RispondiElimina
  14. Sono una massa di sostanza irritabile!! L.S.

    RispondiElimina
  15. aridatece i berluskones!!!

    RispondiElimina
  16. Ora ci pensa Casaleggio a metterli in riga
    ........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casaleggio è crepato, per fortuna.

      Elimina
  17. Provo una deusione cosmica a leggere quanto scritto dalla Terzoni. Ma allora prima che cazzo urlavano a fare contro i privilegi della casta?
    CHE DELUSIONE !!!

    RispondiElimina
  18. 2.500 netti è lo stipendio di un professore appena entrato all'Università o di un funzionario direttivo della pubblica amministrazione, non di un impiegato. Inoltre lo stipendio, se è molto o poco, deve essere valutato in rapporto al lavoro svolto. Fino ad ora il Parlamento ha avuto un indice di produttività vergognoso, rispetto agli altri parlamenti nazionali. I grillini l'hanno già presentata una proposta di legge per dimezzare i parlamentari eletti? Inoltre, loro che esaltano il valore del gruppo, non mi vengano a raccontare frottole sul fatto che non riescono ad attivare uffici di staff centralizzati, che possano elaborare lavoro per tutto il gruppo, magari organizzati su basi tematiche, in modo da creare economie di scala e ottimizzare la gestione delle spese. Sommando tutti i rimborsi spese e diarie mensili spettanti a tutti i deputati e senatori grillini, otteniamo la modica cifra di 19 MILIONI di Euro circa. Con questa cifra, credo che perfino una multinazionale sarebbe capace di organizzare i propri uffici. Invece la discrezionalità nel potere di spesa delle somme per diarie e rimborsi, costituisce quel piccolo o grande potenziale di gestione di clientela locale o nazionale, che è utile a ciascun parlamentare. Anche trovare forme di organizzazione meno dispendiose significa agire in modo nuovo. Invece anche la Terzoni dimostra di pensare e agire ancora in modo VECCHIO! Come ho già scritto su questo blog, i grillini sono nuovi a parole ma in fatto di pensiero, non si distaccano poi molto dalla vecchia politica.

    RispondiElimina
  19. Delusione? Bastava ragionare un minimo con la propria testa per capire, prima di votarli, che sarebbe successo tutto quello che sta succedendo. Un gran mucchio di cani sciolti irritati dal dispotismo grilliano e montati e sorpresi per la botta di culo ricevuta. Ci si potrebbe divertire se non fosse, ancora una volta, che giocano sulla nostra pelle e con i nostri soldi nel PARLAMENTO ITALIANO, istituzione suprema della nostra democrazia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quotissimo gigia! ogni volta che in italia arriva un buffone che strilla più forte degli altri, gli italiani abboccano subito...questa è la delusione più grande...

      Elimina
    2. basta che continuiate a votare i VOSTRI amati politici..quelli per cui vi strappate i capelli, quelli che sono serissimi, sinceri ed affidabili...nessuno vi obbliga a fare diversamente

      Elimina
  20. Ma almeno la Terzoni ha detto la verità, cari miei mi sono fatta i conti, la vita costa, non sono una studente che va a vivere ocn altri, per il Fisco io quelli li guadagno e rischio di stare fuori con l'accuso. Quello che possiamo lo rendicontiamo e altri 2500 li giriamo allo Stato. Molta gente li ha votati per questa storia ? molta gente li ha votati per le scie chimiche ? per le cimici sotto pelle ? per Bindemberg ? be allora molta gente ha trovato finalmente il loro rappresentante ideale. Il resto ( dei politici ) non mi sembra sia migliore. Il problema è che con questi bravi ragazzi e ragazze, vergini della politica, sarebbe bello poter lavorare ma fino a che c'è l'incognita Padron Grillo allora rimane un mistero e un incognita apolitica.

    RispondiElimina
  21. Secondo me continua a sfuggire la questione posta da Patrizia Terzoni che è una ragazza indubitabilmente onesta e cioè che fare il parlamentare comporta dei costi superiori a quelli che questi ragazzi potevano prevedere e immaginare. Sembra la scoperta dell'acqua calda ma c'è un Movimento politico che ha preso il 25% dei voti che su questa finzione della politica o costo zero ha costruito una fortuna, nonostante la questione dei costi della politica sia da sempre un tema difficile da analizzare e da risolvere. Il problema è a monte e cioè il fatto che si è costruita una identità politica dicendo che gli altri erano tutti ladri e che i grillini avrebbero fatto una buona politica a pane e cipolle. Non era vero ed è una buona cosa che la verità emerga direttamente dall'interno del Movimento. E che venga da una deputata come la Terzoni che è sempre stata ortodossa rispetto a certe posizioni del Movimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà continua a sfuggire che il grande movimento, ispirato perfino da un imprenditore e consulente aziendale come Casaleggio, non è capace di organizzarsi e pianificare i conti. Mi spiego meglio ... sono stati eletti da due mesi e sapevano di andare non certo uno sperduto villaggio della foresta amazzonica, ma a Roma! Quindi è mai possibile che non abbiano fatto una pianificazione attendibile dei costi, prima di dar fiato alla bocca? E poi sono loro che si candidano a rivoluzionare l'Italia, se non sanno nemmeno prevedere di quanti soldi hanno bisogno per vivere a Roma? Sarò pedante, inoltre, ma non mi vengano a prendere in giro sul fatto che hanno bisogno dei rimborsi personali. Perché non hanno affittato un residence o un'altra situazione dove poter ottimizzare i costi e fare economie di scala? Capisco che l'appartamentino in centro a Roma è più figo! Se lo ricordano o no che stanno usando i soldi di tutti? Non li paghiamo per recitare ad Alice nel paese delle meraviglie!

      Elimina
    2. Non capisco poi per quale ragione, questi alfieri di Internet, non abbiano ancora creato uno spazio per pubblicare e condividere tutti i disegni di legge che hanno presentato o che intendano presentare. Oppure non abbiano collegato il loro sito ai siti indipendenti che valutano le performance e l'attività dei parlamentari. Anche questa è trasparenza!

      Elimina
    3. Questa é l'ennesima dimostrazione che parlare senza prima conoscere é inutile e ti torna indietro come un boumerang! E se non riescono a pianificare le loro spese di logistica non immagino cosa possono fare con i conti pubblici!

      Elimina
  22. Sono finiti qui i grillini,si sono arenati nello stesso punto da loro tanto osteggiato.Pd e pdl ci faranno carne di porco alle prossime elezioni.Con la nuova legge elettorale finiranno come Fini e Di Pietro .Tutte promesse non mantenute,i cazzari bisogna saperli fare,B.insegna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora spero vivamente che la legislatura duri il meno possibile, se ne vadano a casa anche loro, opportunisti del cazzo.
      Se prendessero anche loro la pensione mi girerbebbero non poco le scatole.
      Adesso voglio vedere con che coraggio andranno a fare gli sceriffi. in giro.
      SONO UGUALI AGLI ALTRI, NE' PIU', NE' MENO.
      VERGOGNA !!!

      Elimina
  23. Non sono opportunisti cari amici. E' che hanno narrato una ipotesi politica suggestiva ma virtuale. E' lo stacco tra narrazione e realtà che oggi li punisce. Riflettiamo su questo senza aggettivazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma se uno promette (e ne fa una bandiera)di ridusrsi lo stipendio, i calcoli prima non se li fà?
      Trovo tutto questo altamente poco serio, per non dire altro.
      Sono un esercito senza capo ne coda.

      Elimina
    2. invece è serio chi promette di togliere l'imu...a-beh...

      ebbasta con sto campanilismo del mènga!!!!

      Elimina
  24. Scusate eh ma qui c'è una massa di inesattezze.

    1) 2500€ non è lo stipendio, non è nulla è una cifra tirata fuori dalla stampa;

    2) la cifra esatta cioè lo stipendio sono 5000€ LORDE, il netto varia da parlamentare a parlamentare a seconda della sua dichiarazione dei redditi;

    3) i parlamentari 5 stelle rinunciano all'assegno di fine mandato (nessuno lo dice ma è significativo, andatevi a vedere gli assegni di fine mandato di Fini, Di Pietro, Boccia & company);

    4) a questo link se avete la pazienza di ascoltare e seguire il discorso, l'amico Alessandro Di Battista cerca di spiegare la realtà delle cose per quanto riguarda lui ma quel che conta è il metodo, è chiaro che chi viene dalla Sicilia o da Fabriano percepirà rimborsi più alti (che documenterà): http://youtu.be/pcU5GozqCS0

    5) tutto il resto è pretestuoso, del fumo alzato da chi vuole informare (a senso unico) senza manco conoscere bene le cose ed il codice di comportamento che i parlamentari hanno firmato (e che Patrizia Terzoni e Serenella Fucksia si sono impegnate a seguire e stanno seguendo).

    Inoltre, notizia freschissima Patrizia Terzoni è stata appena nominata Segretario della Commissione Ambiente e Lavori Pubblici.
    Tié! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dal fatto quotidiano: Camera e Senato votano i presidenti delle Commissioni. I nomi? Gli stessi di prima e seconda Repubblica: Cicchitto, Casini, Finocchiaro, Matteoli, Capezzone. Ignazio La Russa prende la giunta delle autorizzazioni alla Camera. Lombardi (M5S): "Fratelli d'Italia finta opposizione, è una porcata". L'ex ministro berlusconiano Nitto Palma fallisce in due votazioni per la commissione Giustizia di Palazzo Madama. E sale la tensione tra Pd e Pdl con la destra che attacca: "Violati gli accordi"

      considerati i nomi che stanno sistemando nelle varie commissioni eviterei, per dirlo alla napoletana, di fare il gallo n'copp alla munnezza...

      Elimina
    2. La Terzoni Segretario della commissione ambiente e lavori paubblici? Dio ci aiuti ...al peggio non c'è mai fine !!!

      Elimina
    3. Pascucci, niente di personale perché non ho la fortuna di conoscerti, ma lasciati dire in tutta franchezza che il tuo "Tié" è puerile.
      Quindi spero che vorrai scusarti con noi lettori per questa tua leggerezza fuori luogo, visto che c'è poco da ridere, divertirsi e sfottere in generale in questa melma in cui siamo.
      Non stiamo su questo blog a cazzeggiare, ma a parlare di Fabriano e di politica.
      Se quindi ti senti più intelligente di tutti da permetterti di rivolgerci a noi con un goliardico "Tié", credo che nessuno ti premierà con una medaglietta di latta.
      Io non mi sento in gara con te o con nessun altro del blog, quindi non mi rivolgerò mai a nessuno con un "Tié".
      Che poi la Terzoni sia segretario di commissione o meno, poco importa e nulla muta nel suo ruolo di servitrice dei cittadini, per il quale è stata eletta.
      Quindi non lo vedo proprio il motivo per sbattere in faccia alla gente il tuo "Tié"!
      Per inciso ... hai visto chi è il presidente della commissione di cui la Terzoni sarà segretario? E ti sei mai informato sulla compagine azionaria della società che è proprietaria delle pale eoliche di Fossato di Vico, a 10 minuti da Fabriano?

      Elimina
  25. Fino a ieri il blog di Simonetti non se lo inculava più nessuno. Oggi so tutti giudici e carnefici ! Bravi !

    RispondiElimina
  26. <Il blog di Simonetti aveva rallentato la pubblicazione di post causa morte di mio padre. Segui l'evoluzione delle visualizzaizoni giorno per giorno e vedrai che cambi idea grillino anonimo

    RispondiElimina
  27. a me sembra che il blog continui ad essere seguito.
    in effetti ultimamente c'è stato un calo dei commenti e l'impressione è che stiano venendo a mancare i vari commenti filo-partitici...dal pd (escluso il mitico pariano) al m5s (eccezion fatta per sporadiche e spericolate arrampicate sugli specchi)...
    quando c'è un contraddittorio vero i partiti si sciolgono come neve al sole...strano eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più di un anno che dicono che non mi caga nessuno ma vengono tutti a leggermi...ogni giorno...l'invidia è una brutta malattia....

      Elimina
  28. http://www.giornalettismo.com/archives/918933/le-28-poltrone-del-movimento-5-stelle/

    RispondiElimina
  29. Noooo loro hanno i culi orati e nobili!

    RispondiElimina
  30. il blog è abbondantemente letto e sbirciato e questo è un dato di fatto. diciamo che la gente comemnta di meno, e questo potrebbe essere dovuto che piano piano se manca un pò di pepe tutto perde di valore e di attenzione. è il gioco dei politicanti che tendono a spegnere tutto. per fortuna sto blog.

    RispondiElimina
  31. Bhè se questi li chiamate commenti costruttivi. Basta che un pincopalla legge una notizuola sulla stampa che conosciamo e giù a spalare merda. Solo se la gente si informasse di più criticasse di meno a facesse di più potremmo vivere in un mondo migliore. Simonetti ha sempre continuato a scrivere solo che quando scrive cose più serie nessuno commenta mentre quando si scrive notizie da pettegolezze ecco tutti i frustrati uscire dal guscio.

    Il genio è uno che quando fa del suo meglio, fa il meglio che si possa fare. La stessa cosa di sé la pensa il cretino.

    RispondiElimina

Sarà pubblicato tutto ciò che non contiene parolacce, insulti e affermazioni discriminatore nei confronti di persone